Rilassamento mentale: i pensieri

feb
2013
14

scritto da in Tecniche di Rilassamento Psicofisico

Nessun commento

Vuoi sapere quale è il paradosso del rilassamento? Oggi desidero parlertene perché lo considero uno tra gli aspetti più importanti in fatto di relax.

A volte di può capitare di pensare:

Voglio rilassarmi, voglio rilassarmiiiiii! Perché non riesco?.. Dai adesso ci riprovo! Maledizione!

Una semplice frase come questa racchiude molto della psicologia umana.

Parliamo quindi un attimo di psicologia. Perdonami se non sei un amante dei superanalizzatori incalliti :-) , ma amo tirarla in ballo e appena posso lo faccio.

Analizziamo un attimo queste parole per comprendere un paio di cose.

Può essere segno di chi non ha la capacità di distendersi e lasciarsi andare autonomamente (tipica delle persone che non tengono la loro vita o le cose sotto controllo).

Ma c’è anche dell’altro: mi fa pensare anche ad una persona che ha difficoltà ad accettare che, in questo momento, in questa situazione, per dove si trova o per come sta, non riesce a rilassarsi.

Cause del non riuscire a rilassarsi

Ci sono situazioni in cui sarebbe impossibile chiedere ad una persona di rilassarsi.

- Quando il problema è fuori:

Per esempio in mezzo ad una folla in continuo movimento, oppure all’interno di un luogo molto rumoroso (si dovrebbe essere dei praticanti di meditazione di un certo livello per riuscire a concentrarsi anche in mezzo al caos più totale).

- Quando il problema è interno:

Questo problema viene dal nostro modo di essere, dalle nostre convinzioni e dai nostri modi di vedere le cose. Siamo noi stessi che senza saperlo o volerlo ci opponiamo al nostro stato d’animo e non permettiamo la distensione.

Il caso estremo sono gli attacchi di panico. Una persona ha così tanta difficoltà nel gestire le proprie emozioni che si agita in situazioni in cui non ne avrebbe nessuno motivo (logico), e talvolta, fa fatica a rilassarsi in situazioni in cui potrebbe tranquillamente lasciarsi andare.

Quando cerchiamo di rilassarci pensando “voglio rilassarmi”, in realtà non facciamo altro che “fare qualcosa” e quindi andare contro ciò che desideriamo ottenere, cioè il rilassamento.

Ecco dove sta il paradosso!

Questo è un problema non da poco, visto che nel momento in cui voglio fare qualcosa, c’è l’intenzione di fare quella precisa cosa, ed automaticamente tutto sfuma.

Per rilassarsi è necessario lasciarsi andare, e, nel farlo, scoprirete che per qualcuno ci possono essere delle piccole difficoltà.

Questo perché siamo abituati ad una vita così frenetica, a correre di qui e di là, che non sappiamo più, non solo stare da soli con noi stessi, ma anche fare la cosa più semplice e naturale che ci sia, cioè non fare niente.

pensieri-rilassamento

[Immagine copyright: mararie]

 

Ma nessun problema! Anche rilassarsi è una cosa che si può imparare! È tutta una questione di addestrare la mente a lasciarsi andare.

Cosa fare nella pratica

Visto che mi piace molto l’idea della teoria unita alla pratica, e la trovi spiegata molto bene in questo articolo.

Ricordati di accompagnare i tuoi momenti di rilassamento da un’immagine positiva e naturale che ti aiuta, un’immagine o un ricordo che ti faccia sognare ed emozionare.

Nel caso avessi voglia di fare questo semplice esercizio tutti i giorni, ti accorgerai che col tempo avrai dei miglioramenti incredibili.

Nel prossimo articolo vedremo i numerosi benefici a cui un semplice esercizio come questo può portare.

 

 

 

 

 

 

No related posts.

Tags: , , , ,

Lascia un Commento

- price7 - ww5